musicista e musicoterapista

ALBERTO
EZZU
BIOGRAFIA


CANTO
DEGLI

ARMONICI

ALBERTO
EZZU
LUX VOCAL
ENSEMBLE



NO STRANGE

RASSEGNA
STAMPA


LINK

CONTATTI







ALBERTO EZZU LUX VOCAL ENSEMBLE


LtoR:   Walter Mantovani, Matteo Martino, Max Apicella, Alberto Ezzu

NEWS:
Il Lux Vocal Ensemble attualmente porta dal vivo il lavoro LE LITANIE DI RA.
concerto delle LITANIE DI RA  alla chiesetta del Verna a Cumiana il 21 maggio 2015
___________________________________________________________________



copertina CD

(Copertina  del  CD  "Consonanze  Armoniche,  Ostinati  Ritmici 
e  Veri  Bordoni  Immobili")


Componenti gruppoe strumenti

L’Alberto Ezzu Lux Vocal Ensemble nasce nell’aprile del 2001 con l’intento di eseguire composizioni ed improvvisazioni proprie, utilizzando la tecnica del canto sdoppiato, più conosciuta come canto difonico o canto armonico. I primi cantanti dell’insieme erano soprattutto musicisti che ruotavano attorno al Centro di meditazione Zen Mokusho di Torino. Tale esigenza era nata dal carattere fortemente meditativo della prima composizione, “Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale (con in mente Zarathustra)”, brano per 4 o 6 o 8 esecutori e suoni elettronici registrati, che richiedeva agli esecutori una capacità di autocontrollo che soltanto cantanti con questo tipo di esperienza personale potevano avere (Il lavoro è stato presentato nella rassegna “Il sacro attraverso l’ordinario”). Nell’aprile del 2002, l’Ensemble partecipa al concerto inaugurale della rassegna BIG 2002 al Teatro Regio di Torino cantando all’interno del brano “La Città Invisibile” del compositore scozzese Cameron Sinclair, al fianco dell’Orchestra della Camerata Ducale e ad altri musicisti di estrazione etnica coinvolti per l’occasione. Tra le altre composizioni dell’Ensemble, l’improvvisazione vocale “Mandala”; la cantata per quattro voci, armonium indiano e suoni elettronici registrati “La Luce del Sole in Reiterate Forme d’Onda”; il lavoro per voci, legno, metalli e suoni elettronici “Come un’Onda Puntiforme Spruzzata di Luci Armoniche Ineguagliate e Ineguagliabili” ed uno studio sull’uso degli armonici vocali nella tradizione popolare del Falso Bordone. Attualmente la ricerca comprende strumentisti specializzati in musica antica e un numero variabile di cantanti.


LAVORI DELL'ENSEMBLE:

- Un Lento Fluire Illuminato,
- Come un'Onda Puntiforme Spruzzata di Luci Armoniche Ineguagliate ed Ineguagliabili, per suono elettronico, voci armoniche, mokugyo, campane giapponesi e percussioni;
- La Luce del Sole in Reiterate Forme d'Onda, per base elettronica e voci difoniche;
- Mandala, per voci difoniche e armonium indiano;
- Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri-Bordoni Immobili / Contemplazioni Armoniche, Vocali e Strumentali, per vari insiemi vocali / strumentali
- Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale - con in mente Zarathustra, per quattro o più voci difoniche e suoni elettronici;
- Brani per Ensemble strumentale e vocale (oboe, violoncello, percussioni, micanon, synphonia, chitarra elettrica, sitar, armonium indiano)
 
tra questi: "La Recherche" - "Corale in Volo" - "Apertura della Via Segreta" - "Inno alla Ciclicità del Sole" - "Anelli di Luce Scura" - "Ra Splende nel Cielo" - "Le Pietre di Staffarda";
- Le Litanie di Ra, per quartetto vocale difonico, suoni elettronici e percussioni;
-
Enneade Eliopolitana, per quattro voci difoniche, voci registrate, percussioni;
 



Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri-Bordoni Immobili
Contemplazioni Armoniche, Vocali e Strumentali
(dell’Estasi nell’Ammirare Sirio tra le Altre Stelle – della Respirazione nell’Occaso della Mente - della Quotidiana Rinascita e del Viaggio di Amon Rê –
 delle Affinità Armonico-Relazionali)

per
soli, coro armonico, pakhawaj, viola da gamba, synphonia e liuto

Raffaele Schiavo:   Controtenore armonico e pakhawaj
Alberto Guccione:   Baritono armonico
Marco Garri:   Canto armonico e pakhawaj
Alberto Ezzu:   Canto armonico e synphonia
Rosella Lancina:   Voce di bordone armonico
Massimo Amelio:   Voce di bordone armonico
Pino Poclen:   Voce di bordone
Marco Buccolo:   Voce di bordone
Raffaella Gottardelli:   Basso di viola da gamba
Guido Montegrandi:   Liuto rinascimentale a 8 cori


IL DISCO SI PUO' RICHIEDERE MANDANDO UNA MAIL A: info@albertoezzu.net 

STRUMENTI UTILIZZATI NEL DISCO:
Armonium indiano a mantice (costruttore ignoto, presumibilmente degli anni ’50)
Synphonia (costruttore: Sergio Verna 2003)
Basso di viola da gamba (costruttore: Rudolph Fiedler 2002)
Liuto rinascimentale a 8 cori (costruttore: Guido Montegrandi 2004)
Pakhawaj indiano (costruttore ignoto)



BIOGRAFIE

Raffaele Schiavo: cantante e docente di canto armonico, musicista e musicoterapista, membro dell’Ensemble Harmoniosi Concenti. Siracusa

Alberto Guccione: cantante e docente di canto armonico, musicoterapista. Autore del libro-CD “Canto Armonico” Red Edizioni. Milano

Marco Garri: cantante e docente di canto armonico, insegnante di musica e musicoterapista. Celle di Caprie (To)

Rosella Lancina: cantante di armonici, corista, musicoterapista, docente. Torino

Massimo Amelio: cantante di armonici. Milano

Pino Poclen: cantante e trombettista. Magister del Modello Benenzon di musicoterapia. Seregno (Mi)

Marco Buccolo: compositore, direttore di coro, musicologo. Alba (Cn)

Raffaella Gottardelli: violista da gamba, corista, quilt maker. Torino

Guido Montegrandi: liutista, liutaio, docente. Torino


PROGETTI
ALBERTO EZZU LUX VOCAL AND INSTRUMENTAL ENSEMBLE


La ricerca de L'Alberto Ezzu Lux Vocal and Instrumental Ensemble è sempre indirizzata a coinvolgere musicisti delle più svariate aree, da chi è specializzato nella musica antica sino a quella contemporanea, dal folk al rock, senza barriere. I cantanti che collaborano col gruppo, sia dal vivo sia nelle registrazioni, sono cantanti specializzati nel canto armonico e provengono da più parti d'Italia, dal Piemonte alla Lombardia alla Sicilia. Molti vengono reclutati direttamente dai seminari de L'Ascolto Cantato che Ezzu tiene regolarmente.

Tra gli attuali progetti:
- reclutamento cantanti dell'area torinese per sedimentare la base dell'Ensemble;
- ricerca di violinisti, violisti, violoncellisti per la registrazione in versione acustica del brano "Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale - Con in mente Zarathustra". Solitamente il brano viene presentato dal vivo con cinque suoni elettronici sinusoidali che si alternano al fianco di ogni cantante (da 2 a 8 cantanti) per permettere loro di accordarsi e ricercare il suono armonico da emettere. In questa versione, ogni cantante avrà al fianco, a seconda delle proprie caratteristiche vocali, un suonatore di strumento ad arco che mantiene a lungo un suono sul quale il cantante dovrà accordarsi.


Consonanze Armoniche & the Revolving Doors (pdf)


MP3: Ascolto di un brano (dal CD)


Raffaele Schiavo  e  Alberto Ezzu

Presentazione del concerto alla Cavallerizza:


T  o r  i  n  o    S  p  i  r  i  t  u  a  l  i  t  à

_____________ Preghiere _____________

Il Mutamento - Zona Castalia
Venerdì 21 settembre 2007
ore 22:30
 Cavallerizza Reale – Manica Lunga
via Verdi 9 - Torino


ALBERTO EZZU LUX VOCAL
AND INSTRUMENTAL ENSEMBLE
Consonanze Armoniche Spontanee in Definito Ambiente Monodico Indo-Europeo
su Scansione Regolare e  Vero-Bordone Immobile

_____ CONTEMPLAZIONEARMONICA VOCALE E STRUMENTALE _____
(della Consapevolezza e del Piacere Mesto nell’Ingressar l’Autunno)


I.    Voce sola
II.    Duo vocale
III.    Armonium solo
IV.    Armonium e Liuto rinascimentale
V.    Armonium, Liuto e Tamburo a cornice
VI.    Armonium, Liuto, Tamburo a cornice, Voci di bordone
VII.    Armonium, Liuto, Tamburo a cornice, Voci di bordone e Solisti armonici
VIII.    Armonium, Liuto, Tamburo a cornice, Voci di bordone
IX.    Armonium, Liuto e Tamburo a cornice
X.    Armonium e Liuto rinascimentale
XI.    Armonium solo
XII.    Duo vocale
XIII.    Voce sola


Alberto Ezzu: Voce armonica, Armonium indiano;
 Guido Montegrandi: Liuto rinascimentale;
Raffaele Schiavo: Voce armonica, Tamburo a cornice;
Alberto Guccione: Voce armonica;
Rosella Lancina: Voce armonica;
Marco Buccolo: Voce armonica di bordone;
Massimo Amelio: Voce armonica di bordone;
 Beppe Visca: Voce di bordone;
Mario Gilio: Voce di bordone.




ALBERTO EZZU LUX VOCAL AND INSTRUMENTAL ENSEMBLE  “Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri Bordoni Immobili”

Psychedelia in the beginning. Since 1970s Ezzu has been following the same dream, the dream of his own generation to “expand the borders of the mind». Through the years he has never given up that quest, even though things have changed and today he can say with Socrates “know yourself”. He has consistently followed his path going through all kind of music and sound experiences. “No Strange” experience was “something absolutely original” (Antonio Bacciocchi, «L’Ultimo Buscadero», 1985 and Enciclopedia del Rock Italiano, «Arcana», Roma, Fazi Editore, 2006, ) and it stood apart in the Neo psychedelic Italian scene whose interest was in the sound but also in the air-cut and clothes of British and American bands of 60s and 70s. No Strange benchmarks included the first Pink Floyd, Brainticket, Soft Machine and Third Ear Band but mainly the early works of Tangerine Dream and Popol Vuh, with whom they shared a common musical and spiritual quest. Twenty years later this new Ezzu project is inspired by the same love for sound, for the winding paths of thought, for the possibility of human mind. His way has changed because his life and his work have changed. After years of Zen meditation he has dedicated himself to music therapy and became a professional therapist. The Benenzon Model and its concept of helping relation has given the possibility to compare his mind, his thoughts and feelings with the mind, the thoughts and feelings of other people –being them patients or colleagues- and to constantly check himself and his progress in a sound filled environment. 
“Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri Bordoni Immobili» lives in the stream of popular and learned drone music and of avant-garde music which gets its inspiration into American Minimalism of authors like La Monte Young and Terry Riley, and also Alvin Curran and the duo Cuni-Durand which is particularly influential for Ezzu who studied Dhrupad singing with Amelia Cuni. The study of multi-note singing –whose tradition origins in Siberia Mongolia and Tibet- completes Ezzu’s technical background and gives to his style a personal and unique sound.
In this work as in his previous “Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale – con in mente Zarathustra” (performed live but still not released) the sound is both avant-garde and ancient, primeval as if generated by the early wave motion of the Big Bang.
The synphonia (a forefather of hurdy-gurdy with wheel stricken strings) played by Ezzu, the bass viola da gamba and the lute played by Raffaela Gottardelli e Guido Montegrandi in two out of four compositions in the CD, create a modal frame in which the solo singers weave delicate sound textures like slow spirals of incense smoke fading in the air. The first track, a Indian harmonium solo, and the final vocal duo with the Sicilian Maestro Raffaele Schiavo introduce and reshape the modal core stating and twisting it into an intangible –but dense and physical- intimacy. Music seems to graze an inner landscape of a deep and unsaid land. Maestri of harmonic singing like Marco Garri (a David Hykes student), Alberto Guccione (author of the CD-book Canto Armonico, Red Edizioni), and  Raffaele Schiavo alternate short melodies to the long drones of the harmonic choir performed by Marco Buccolo (musicologist and composer), Pino Poclen, Rosella Lancina e Massimo Amelio the original members and backbone of the Ensemble.
A recording out of time, suspended in a slow and almost unreal but constant flowing. The first hundred copies, numbered and signed by Ezzu himself are wrapped into fabric folders made by the quilt maker Raffaella Gottardelli – they will probably become collectors item as it is the first record by No Strange (transparent vinyl with a transparent and coloured cover) -.
The Centro MusicoterapiaBenenzon Italia presents this recording as part of its editorial policy. Together with the book Introduzione alla Musicoterapia by Ezzu - Messaglia, the proceedings of the II Convegno Internazionale “Musica tra Neuroscienze, Arte e Terapia”, the CD by Alberto Ezzu Lux Vocal and Instrumental Ensemble testifies the work done by the Centro in the teaching of multi-note singing to music therapist but also to musician and people who are interested into this technique.
You can buy the CD at the Centro Musicoterapia Benenzon Italia www.centrobenenzon.it or via e-mail segreteria@centrobenenzon.it or by making a phone call +390115682285 - +393396579856, or at info@albertoezzu.net


Presentazione CD (italiano)


ALBERTO EZZU LUX VOCAL AND INSTRUMENTAL ENSEMBLE “Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri Bordoni Immobili”

L’inizio è stato psichedelico. Sin dagli anni ’70, Ezzu ha sempre perseguito lo stesso sogno, legato ad un’intera generazione: “espandere i confini della mente”, così si diceva allora. Negli anni non ha mai abbandonato questa ricerca (anche se oggi, più prosaicamente, con Socrate si potrebbe definire “conosci te stesso”) e, con costanza, ha cercato di realizzarla avventurandosi in ogni tipo di esperienza legata al suono e alla musica. L’esperienza No Strange è stata assolutamente originale, (Antonio Bacciocchi, L’Ultimo Buscadero 1985 e Enciclopedia del Rock Italiano, «Arcana», Roma, Fazi Editore, 2006) e capitolo a sé rispetto alla rinata psichedelia nostrana di quegli anni, certamente interessata alle sonorità, ma anche molto alle acconciature e alle camicie dei gruppi inglesi ed americani degli anni ‘60/’70. Greg Shaw, il boss della Voxx e delle "Battle of the garages", definì il loro primo LP "il più grande disco psichedelico degli anni '80”. I riferimenti più prossimi dei No Strange comprendevano nomi quali i primissimi Pink Floyd, Brainticket, Soft Machine e Third Ear Band ma soprattutto i tedeschi Tangerine Dream e i Popol Vuh dei primi anni, ai quali li accomunava una simile ricerca, sonora e spirituale. Questo nuovo progetto di Ezzu, dopo oltre vent’anni, segna ancora una volta, pur con modalità diverse, filtrate da precise scelte di vita e professionali, l’amore profondo per il suono e per la ricerca degli anfratti del pensiero e delle possibilità offerte dalla mente umana. Dopo anni dedicati alla meditazione zen, Alberto Ezzu ha in seguito intrapreso la strada professionale della musicoterapia, dedicandosi in particolare al modello Benenzon, che lo ha portato a trovare nella relazione d’aiuto, la possibilità di confrontare la propria mente, i propri ragionamenti e le emozioni, con mente, ragionamenti ed emozioni sia dei pazienti sia degli altri operatori del settore, in un continuo monitorare e supervisionare se stesso, la propria persona, la propria crescita. Il tutto, sempre, in un ambiente totalmente immerso nel suono e nella musica.
“Consonanze Armoniche, Ostinati Ritmici e Veri Bordoni Immobili” nasce sulla scia delle intuizioni e dell’amore verso la musica a bordone, popolare e colta, e la musica d’avanguardia vocale e strumentale ispirata, a grandi linee, al minimalismo storico americano, sul versante nel quale spiccano i nomi di La Monte Young e Terry Riley, ma anche di Alvin Curran e del duo Cuni-Durand, alle cui figure è particolarmente legato essendo stato Ezzu allievo di Amelia Cuni per il canto indiano Dhrupad. Lo studio del canto difonico, di origine siberiana, mongola e tibetana, gli ha permesso di acquisire una tecnica che, insieme alle precedenti esperienze, riesce ad organizzare in uno stile che mano a mano è diventato suo, personale ed unico. Un suono, in questo lavoro e nel precedente “Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale – con in mente Zarathustra” (presentato in concerto ma per ora non pubblicato), che suona d’avanguardia e nello stesso tempo antico, primordiale, quasi come generato dai primi moti ondiformi del Big Bang.
La synphonia (strumento musicale a corde sfregate antenato della ghironda) suonata da Ezzu, viola da gamba e liuto di Raffaella Gottardelli e Guido Montegrandi, in due delle quattro composizioni del CD, creano l’ambiente modale sul quale i solisti intrecciano delicati ed impercettibili ricami sonori, come lentissime volute del fumo di un incenso che si spande rarefacendosi nell’aria. Il brano iniziale, con l’assolo all’armonium indiano e il conclusivo duetto vocale con il maestro siciliano Raffaele Schiavo, introducono e ridisegnano l’ambito modale di base, affermandolo e stravolgendolo in un’intimità così impalpabile – pur nella sua densa fisicità – che sembrano lambire un paesaggio interiore assolutamente personale, intimo e al limite del comunicabile. Maestri del canto armonico quali Marco Garri, allievo di David Hykes, Alberto Guccione, autore del libro-CD “Canto Armonico (Red Edizioni) e lo stesso Schiavo, alternano brevi melodie con i lunghi bordoni del coro armonico in cui si colgono le voci del musicologo e compositore Marco Buccolo, di Pino Poclen, di Rosella Lancina e Massimo Amelio, questi ultimi componenti storici e colonne portanti dell’Ensemble.
Un disco fuori dal tempo, sospeso in uno scorrere lento, quasi surreale ma costante, che viene impreziosito, nelle prime cento copie, dalla pochette in stoffa realizzata della quilt maker Raffaella Gottardelli, in cui i dischi, firmati e numerati dall’autore, sono stati inseriti e che molto probabilmente diventeranno, come già il primo disco dei No Strange (in vinile trasparente inserito in una copertina anch’essa trasparente e coloratissima) oggetto di culto da parte dei collezionisti.
Il Centro Musicoterapia Benenzon Italia presenta questo disco all’interno delle proprie scelte editoriali. Oltre al libro “Introduzione alla Musicoterapia” di Ezzu – Messaglia e agli atti del II° Convegno Internazionale “Musica tra Neuroscienze, Arte e Terapia”, il CD dell’Alberto Ezzu Lux Vocal and Instrumental Ensemble, viene inserito a testimoniare il lavoro svolto all’interno del Centro stesso con l’insegnamento del Canto Difonico indirizzato ai musicoterapisti che gravitano intorno al Centro ma anche a musicisti e curiosi della tecnica.
Il CD è acquistabile telefonicamente al numero +393396579856, oppure scrivendo a info@albertoezzu.net

Cappottino copri CD disegnato e realizzato dalla quilt maker Raffaella Gottardelli




Quaderno
POESIE ELETTRONICHE ULTRATERRENE



In questo "quaderno" verranno pubblicati lavori di musica elettronica.

Anche sui siti facebook di Alberto Ezzu e di Alberto Ezzu Lux Vocal Ensemble

1 - "O tu Lontana stella"
 2 -  "Canto alle tre lune"
3 - "Canto notturno di un pastore errante di Sirio"
(dedicato a Karlheinz Stockhausen)
4 - "Le scie del silenzio"
5 - "Spirito che Regni Immobile"
6 - "Una danza intorno a Sirio"
7 - "Il Canto Del Destino Di Hyperion"
8- "Una Selva Inestricabile"
9- "Ritorno dalle Tombe del Tempo"
____________________________________
Alberto Ezzu Lux Vocal Ensemble
"Il Fuoco del 6°Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla MadreFondamentale - con in mente Zarathustra"

per suoni elettronici e quattro voci difoniche.
Alberto Ezzu: voce difonica e sintetizzatore,
Walter Mantovani: voce difonica,
Pino Poclen: voce difonica,
Raffaele Schiavo: voce difonica



edito da Hic Sunt Leones.
Per ricevere il disco scrivere a
aliodie@tiscali.it

o a
info@albertoezzu.net
oppure si può trovare a Torino nel negozio di dischi
RUBBERSOULDISCHI,
via Carrera 50/e Torino (011/714230)




- estratto n. 1 dal Fuoco del 6° Armonico:
- estratto n. 2 dal Fuoco del 6° Armonico:
- video con fumo
- video live
recensione su Amadeusonline
recensione su Debaser
recensione su Chain D.L.K.

____________________________________________________________________________

Nell'Oratorio di San Nicola a Vicenza, il 23-24 ottobre 2010 seminario de
L'Ascolto Cantato e concerto
dell'Alberto Ezzu Lux Vocal and Psychedelic Ensemble

  
ALBERTO EZZU LUX VOCAL AND PSYCHEDELIC ENSEMBLE
L to R: Antonio Canino: violoncello; Pier Paolo Marino: oboe;
Alberto Ezzu: voce, armonium, micanon;
Lucio Molinari: percussioni; Pino Poclen: voce
______________________________________________________

Nella chiesa l'Addolorata di Vignale, domenica 2 maggio 2010 è stato proposto in una versione con 6 cantanti e 4 danzatori il lavoro
 "Il Fuoco del 6° Armonico sulla Luce della Dominante partendo dalla Madre Fondamentale - con in mente Zarathustra"
dell'ALBERTO EZZU LUX VOCAL AND INSTRUMENTAL ENSEMBLE.

  Ai cantanti si sono aggiunti 4 danzatori denominatesi per l'occasione Harmonic Dance Group, guidati dalla coreografa Francesca Pieia.
 


Overtones Consort

Alberto  Ezzu  Lux  Vocal  and Instrumental Ensemble
                     A.E. alla Symphonia
Alberto Ezzu suona la synphonia, foto di Guido Redoano


Guccione-Schiavo-Ezzu

L'Alberto Ezzu Lux Vocal and Instrumental Ensemble nella grotta di Celle di Rubiana, luglio 2006, foto di Guido Redoano



L'Alberto Ezzu Lux Vocal  Ensemble nella primissima versione - 2001 -  
LtoR:  Rosella Lancina,  Alberto Ezzu,  Gabriella Dario,  Franca Mondino
 foto di Guido Redoano


Alberto Ezzu Lux Vocal Ensemble

Doppio LP che contiene il cd omonimo del 2006
rimasterizzato con l'aggiunta di tre nuovi brani.

(clicca qui per vedere il filmato di un nuovo brano, e qui per
il brano registrato

con la formazione che comprende il violoncellista Antonio Canino,

l'oboista Pietro Paolo Marino e il percussionista Lucio Molinari
)